«Dovete credere a me, sono trevigiana,
non a una bambina macedone bugiarda»

Sconcertante frase della padrona di un labrador alla polizia
Il cane stava giocando con la piccola e l'aveva fatta cadere

PER APPROFONDIRE: treviso, cane, labrador, bambina, macedonia
Un cucciolo di labrador
TREVISO (19 novembre) - «Volete credere ad una straniera bugiarda e non dar retta a me che sono trevigiana?''. Gli agenti di una pattuglia della polizia si sono sentiti apostrofare così dalla proprietaria di un cane, un cucciolo di labrador che poco prima, mentre giocava con una bimba macedone di 4 anni incrociata per strada insieme alla madre, aveva fatto cadere a terra la piccola procurandole un ematoma al volto.

Nulla di grave per i medici del Pronto soccorso, che hanno subito dimesso la bambina. Ma i genitori, indispettiti dall'indifferenza della proprietaria del cane, hanno rintracciato la sua residenza e hanno chiamato la polizia reclamando anche i danni per il giubbotto rovinato della piccola. In un primo momento la signora trevigiana ha cercato di negare l'accaduto, poi di fronte alle contestazioni degli agenti ha protestato con tono scandalizzato perché i poliziotti attribuivano alle parole di immigrati la stessa credibilità delle sue affermazioni. Ora spetterà ai genitori della piccola macedone decidere se se sporgere querela nei confronti della signora trevigiana.

Venerdì 19 Novembre 2010



Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
«Dovete credere a me, sono trevigiana,
non a una bambina macedone bugiarda»
I commenti su questo articolo sono chiusi.
CONDIVIDI LA NOTIZIA
SEGUICI SU FACEBOOK
SEGUICI SU TWITTER
I commenti su questo articolo sono chiusi.
0 commenti presenti
Indietro
Avanti