Arriva il film hard con quattro coppie
locali. Tra di loro c'è anche un politico

I quattro episodi del dvd hanno per protagonisti degli scambisti
dal capoluogo, Feltre e Sedico. Le immagini girate in 4 giorni

(archivio)

di Lauredana Marsiglia

BELLUNO - Arriva il porno a chilometri zero. Storie vere di sesso matrimoniale fiacco che si rigenera davanti alla macchina da presa. Èil filone pruriginoso cavalcato dal produttore Marco Galimberti di Roma, che, per far alzare anche le vendite, punta sulle comari di paese. L’obiettivo non è tanto stuzzicare la libido quanto sapere se l’attore, coperto da mascherina formato Zorro, è il vicino di casa, oppure l’infermiera già vista in ospedale o ancora la commessa del negozio accanto, il fornaio di sempre o il poliziotto di pattuglia. Stavolta, tuttavia, pare ci scappi pure una sorta di Rubygate, visto che tra i protagonisti bellunesi ci starebbe pure un politico.

Dopo "Sesso, scandali e salumi a Bologna", "Le porno mogliettine di Cesena e Savignano", le "Calde passerotte di Fermo e... dintorni" e "Gli scambisti di Mogliano e Villorba", arriva finalmente nelle edicole locali la versione bellunese dell’hard di quartiere.
Tutta roba nostrana, come assicura ridacchiando Galimberti che, ancora una volta, si è affidato alla regia della senese Lucrezia F., salita agli onori delle cronache per aver sfidato il destino di ragazza di buona famiglia diventando reginetta dell’amateur.

Dopo l’esordio in orizzontale, la studentessa toscana ha raddrizzato la schiena passando alla macchina da presa che l’ha portata a girare una trentina di film.
Quattro le coppie scelte per girare un dvd di 80 minuti, divisi in quattro episodi: due sono di Belluno, una di Feltre e una di Sedico. Più piccolo è il paese e più facile sarà scoprire chi sono i protagonisti.
Il titolo non brilla per originalità, ma fornisce con assoluta immediatezza ed efficacia il senso e la filosofia dell’opera: "Bellunese a luci rosse".

«Si tratta di persone bellunesi - assicura Galimberti che cura personalmente anche il marketing - che già praticavano lo scambio di coppia come modo per rompere la routine sessuale del matrimonio. Le abbiamo contattate pescando dai numerosi siti internet dove si incontrano gli scambisti. Certo, non è stato facile convincerle a mettersi davanti ad una macchina da presa, ma alla fine la voglia di esibizionismo ha vinto. Anche questo fa parte dell’eros».

Le location scelte per i ciak sono state "intime": niente alberghi o case in affitto, ma direttamente gli appartamenti dei protagonisti. «In qualche caso si è utilizzata la seconda casa» spiega il produttore, tanto per rendere un po’ meno riconoscibili personaggi e situazioni.

Visto l’abbondanza di scambisti che popolano internet, la scelta sarebbe ricaduta su soggetti tra 30 e 40 anni, con aspetto ovviamente gradevole.
Il tempo di realizzazione del film non è stato certo da colossal: in 4-5 giorni l’opera ha trovato compimento, tra situation di prefazione destinate ad alzare la libido e consumazione dei rapporti sessuali che poco lascerebbero all’immaginario.

«In due dei quattro episodi - spiega ancora Galimberti - hanno preso parte tutti e otto i protagonisti». Ma chi sono questi temerari dell’hard che si mettono in gioco con il rischio di essere scoperti? «Ovviamente - prosegue il produttore - non possiamo fornire dettagli».

Anche questa sembra essere una strategia di vendita. Galimberti giura che si tratta realmente di protagonisti bellunesi, anche se nessuno accetta di parlare con noi nonostante la garanzia dell’anonimato. Ci sarebbe bastato sentire la cadenza della parlata per avere una sorta di empirica certificazione del "prodotto", ma non è stato possibile.

E allora, se la curiosità morde, mano al portafoglio: bastano 16,90 euro per tentare di scoprire "chi è".
E se non è marketing questo!

Mercoledì 9 Novembre 2011



Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Arriva il film hard con quattro coppie
locali. Tra di loro c'è anche un politico
I commenti su questo articolo sono chiusi.
CONDIVIDI LA NOTIZIA
SEGUICI SU FACEBOOK
SEGUICI SU TWITTER
I commenti su questo articolo sono chiusi.
0 commenti presenti
Indietro
Avanti