Tromba d'aria devasta isole e litorale
Il sindaco: «I danni sono ingenti»/ Video

Violento nubifragio in laguna: distrutte decine di barche, banchi
del mercato rovesciati, colpite Sant'Erasmo e la Certosa/ Foto

La tromba d'aria (www.facebook.com/3bmeteo)
VENEZIA - Una violenta tromba d'aria con vortici d'acqua si è abbattuta su Venezia, in particolare tra il Lido, l'isola di Sant'Elena (foto), Sant'Erasmo e la Certosa. Tanta la paura fra le persone, sorprese dall'intensità del fenomeno. Moltissimi i video sono arrivati sul web: tanti turisti e cittadini hanno documentato l'impressionante evento metereologico. Dopo aver colpito Venezia e le sue isole la perturbazione ha puntato verso il Cavallino, Eraclea e Caorle. “Salve” invece Jesolo e Bibione.

In serata il sindaco Giorgio Orsoni ha spiegato che «dalle prime ricognizioni molti sono gli edifici e le attività colpite, anche se per fortuna non si sono registrati danni gravi alle persone. I danni sono comunque ingenti. I gruppi di Protezione civile si sono attivati immediatamente ed è stato prontamente organizzato un tavolo di lavoro con tecnici comunali, Protezione civile e Vigili del fuoco che coordinerà gli interventi affrontando gli episodi di maggiore gravità».

I danni principali. Banchi rovesciati al mercato del Lido. Nell'isola molto spavento tra le persone che erano al mercato all'aperto, dove diversi banchetti sono stati rovesciati.

Paura a Sant'Elena: soccorsi i bambini bloccati dai rami caduti. I danni più evidenti, però, si sono registrati a Sant'Elena, dove sono stati spezzati diversi alberi ed è stata scoperchiata la biglietteria Actv. Un platano è caduto sul muro di cinta dello stadio Penzo.

Devastata l'area del diporto velico all'isola di Sant'Elena, la punta estrema di Venezia verso il Lido. Decine di barche che erano in alaggio sono state accatastate dalla violenza delle raffiche una sull'altra. I vigili del fuoco sono intervenuti per soccorrere alcune persone, tra cui i bambini della scuola vela, rimasti bloccati dalla caduta dei rami. I bimbi sono stati subito messi in salvo dai soci del diporto velico veneziano. Le strutture del Collegio Navale Francesco Morosini hanno riportato lievi danni. Pesanti i danneggiamenti subiti dalla Remiera Casteo, dove tutte le imbarcazioni sono state colpite e 34 barche sono state distrutte, inoltre una persona è stata ferita alla testa da un corpo contundente ed è ricoverata in ospedale per trauma cranico.

Danni rilevanti anche all’isola della Certosa. Colpito soprattutto sul patrimonio arboreo, comunica la protezione civile, con centinaia di alberi abbattuti. Fra essi il vento ha sradicato il più vecchio albero dell'isola, un 'bagolaro' o Celtis australis di 150 anni. Molto danneggiato il chiostro e distrutto completamente il plateatico del ristorante dell’isola.

A Sant’Erasmo case e capannoni danneggiati e alberi abbattuti. Sono una dozzina le case scoperchiate nell'isola. Particolarmente colpita l’area tra la spiaggia e la chiesa, con danni rilevanti al patrimonio arboreo. Il cimitero ha molti cipressi abbattuti. Per ragioni di sicurezza, l'Assessorato comunale ai Lavori pubblici ha inoltre predisposto la chiusura del cimitero dell'Isola.

Dopo aver colpito Venezia e le sue isole la tromba d'aria ha puntato verso Cavallino. Il fenomeno metereologico si è spostato verso Cavallino e, dopo aver saltato Jesolo e dopo Bibione, ha coinvolto Eraclea e Caorle. Il "passaggio" è evidente in tutte le zone colpite con alberi, pali della luce divelti, rami spezzati, tegole dei tetti "volate". Una serra artigianale ad Eraclea è stata azzerata. Moltissime le chiamate ai vigili del fuoco e alla polizia locale dei comuni interessati. Molta la paura, ma nessun ferito.

Il conto dei danni. Oggi, nel primo pomeriggio, il vicesindaco di Venezia, Sandro Simionato e l'assessore comunale ai Lavori pubblici, Alessandro Maggioni, si sono recati in sopralluogo nelle zone colpite dalla tromba d'aria per le prime stime dei danni che ammontano a milioni di euro.

martedì 12 giugno 2012



Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Tromba d'aria devasta isole e litorale
Il sindaco: «I danni sono ingenti»/ Video
I commenti su questo articolo sono chiusi.
CONDIVIDI LA NOTIZIA
SEGUICI SU FACEBOOK
SEGUICI SU TWITTER
I commenti su questo articolo sono chiusi.
0 commenti presenti
Indietro
Avanti