Toccano cavi elettrici durante un
intervento: folgorati 2 vigili del fuoco

L'incidente a Cladrecis. Uno è stato investito direttamente
dalla scarica ed è grave. Erano sul cestello dell’autoscala

L'abitazione a Cladrecis di Prepotto nella quale si era incendiata la canna fumaria

di Patrizia Disnan

UDINE - Durante un intervento piuttosto frequente in questa stagione, un’incendio di canna fumaria in una abitazione civile, nella serata di ieri si è verificato un gravissimo incidente e due vigili del fuoco sono stati investiti da una forte scarica elettrica.

La richiesta era giunta alla sala operativa dei vigili del fuoco di Udine intorno alle 18.30. Il rogo minacciava la casa di Renzo Baldan a Cladrecis di Prepotto, al civico 114. Subito è partita una squadra dal capoluogo che, giunta sul posto, ha richiesto l’invio dell’autoscala da Udine. Il caposquadra, Roberto Nobile, si trovava già sul tetto mentre due colleghi, nel cestello, erano in avvicinamento al camino, per utilizzare una pompa monocilindrica, quando questi ultimi sono entrati in contatto con una linea elettrica aerea a media tensione da 20mila volt (in quel momento anche i dispositivi di allarme della centrale Enel sono scattati).

Alberto Padovani, 52 anni, di Gorizia, è stato raggiunto direttamente, pare toccando i fili con una spalla, e ha riportato le conseguenze maggiori, con ustioni importanti alle spalle, all’addome e alle mani. Il suo compagno, Valerio Chittaro, 43 anni, di San Daniele, infortunato in maniera meno grave e rimasto sempre cosciente, è riuscito a manovrare il cestello riportandolo a terra. Gli altri vigili del fuoco presenti si sono precipitati in loro aiuto. Il caposquadra ha messo in azione il defibrillatore su Alberto Padovani che tuttavia non si è mai attivato, segno che non è mai entrato in arresto cardiaco, cosa che fa ben sperare.

Sul posto è atterrato l’elicottero del 118 di Udine che ha provveduto a intubare Padovani, che i colleghi avevano già iniziato a rianimare, e a trasportarlo al pronto soccorso dell’ospedale di Udine dove è stato sottoposto ad accertamenti. La prognosi è riservata ed è stato accolto in terapia intensiva. Anche Chittaro è stato trasportato in ospedale ma, viste le condizioni meno preoccupanti, ci è giunto in ambulanza. Per lui la prognosi è di 15 giorni per ustioni alle ginocchia e alle mani.

Al Santa Maria della Misericordia, per avere informazioni dai sanitari ed essere vicini ai loro uomini, in serata si sono recati il comandante dei vigili del fuoco di Udine, ingegner Doriano Minisini, e il vice comandante, ingegner Sergio Benedetti. «Padovani e Chittaro sono colleghi validi ed esperti - afferma il funzionario dei vigili del fuoco Valmore Venturini -, per prima cosa ci auguriamo che si stabiliscano al più presto, poi cercheremo di capire che cosa possa essere accaduto». I carabinieri di Cividale che stanno compiendo gli accertamenti sul caso hanno posto sotto sequestro l’autoscala.

Mercoledì 10 Aprile 2013



Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Toccano cavi elettrici durante un
intervento: folgorati 2 vigili del fuoco

PER POTER INVIARE UN COMMENTO DEVI ESSERE REGISTRATO

Se sei già registrato inserisci username e password oppure registrati ora.



Se non ricordi lo Username o la Password clicca qui

CONDIVIDI LA NOTIZIA
SEGUICI SU FACEBOOK
SEGUICI SU TWITTER

PER POTER INVIARE UN COMMENTO DEVI ESSERE REGISTRATO

Se sei già registrato inserisci username e password oppure registrati ora.



Se non ricordi lo Username o la Password clicca qui

0 commenti presenti
Indietro
Avanti